PROGETTO DI MESSA IN SICUREZZA
DEI DIPINTI MURALI DEL PALAZZETTO


Sito gestito dalla associazione Onlus

gruppo della civiltà contadina

Piazza Castello, 1 - Pagazzano

Affreschi del castello

Scopri come sostenere l’iniziativa

Il Gruppo della Civiltà Contadina in sinergia con il Comune di Pagazzano sta attivando una raccolta fondi per rendere possibile questo primo intervento di messa in sicurezza.

Se vuoi sostenere il progetto o avere maggiori informazioni:

+39 346 8628470
castellodipagazzanogcc@gmail.com

IBAN: IT70 W089 4067 6500 0001 0014 119
Intestato a: Gruppo della Civiltà Contadina di Pagazzano
Causale: Consolidamento affreschi

Verrà rilasciata apposita ricevuta: si prega di inviare i dati alla mail sopra indicata in modo da poterla recapitare.

PROGETTO DI MESSA IN SICUREZZA DEI DIPINTI MURALI DEL PALAZZETTO

Il castello è stato, dal 2000 a oggi, oggetto di varie fasi di restauro che ne hanno garantito l’attuale stato di conservazione e permesso una fruizione da parte del pubblico in completa sicurezza.

La criticità del “palazzetto”

   Le diverse fasi di recupero finora completate, tuttavia non hanno ancora interessato la struttura nella sua totalità. Una delle aree ancora non restaurate è proprio quella che viene definita “palazzetto nobile”, l’ala ovest del castello la cui edificazione è collocata verso la metà del XVI secolo, forse su trasformazione di una porzione architettonica rinascimentale.

   L’evidente stato di fragilità dell’ala ha spinto il Gruppo della Civiltà Contadina a interessare il Comune di Pagazzano e a commissionare uno studio preliminare a una professionista, restauratrice inserita nell’elenco MIBACT.

   Il “palazzetto” vanta la conservazione di ampie superfici affrescate interne ed esterne di autore ignoto, datate presumibilmente XVI – XVII secolo e ricoperte da diverse mani di scialbo, la cui presenza era stata già portata alla luce anni fa attraverso appositi tasselli d’indagine che consentono la vista di alcune porzioni degli stessi.

   Il passare del tempo, l’usura dovuta alle intemperie, l’umidità, le cadute d’intonaco che espongono gli affreschi ad attacchi biologici, hanno causato numerosi spanciamenti anche di medie e grandi dimensioni che sono tuttora a alto rischio di crollo e quindi di definitiva perdita degli affreschi.

   Lo studio preliminare evidenzia la gravità della situazione e individua la necessità di un intervento di urgenza, prima del prossimo inverno, di consolidamento delle superfici volto a preservare gli affreschi e attività preliminare a qualsiasi operazione di restauro futuro.

   Gli affreschi in questo stato di conservazione, ad ogni cambiamento climatico/ambientale e variazione di temperatura subiscono lesioni che renderanno sempre più difficoltose le operazioni di recupero.

Servizio di Bergamo TV - Affreschi castello in pericolo

Servizio trasmesso su BergamoTG – Affreschi castello in pericolo

PROGETTO DI MESSA IN SICUREZZA DEI DIPINTI MURALI SCIALBATI DEL PALAZZETTO:
CORTILE DI DESTRA – ALA SUD – PORTICO – CORRIDOIO – SALONE

Articolo del L'Eco di Bergamo - Allarme dal Castello

Articolo presente sul L’Eco di Bergamo di domenica 28 maggio 2021

Articolo del Il Giorno - Stop al degrado degli affreschi

Articolo presente sul Il Giorno di Sabato 03 Aprile 2021

L’intervento sarà articolato in quattro fasi:

e permetterà di mettere in sicurezza gli affreschi e salvaguardali

Diagnostica preliminare

Documentazione fotografica prima/durante/dopo l’intervento di consolidamento e relazione sullo stato di avanzamento dei lavori.

Pulitura e Velinatura/Garzatura

Rimozione a secco del particolato di deposito e materiale decoeso; successivamente, tramite velinatura verranno assicurate in modo localizzato le aree interessate da distacco e caduta materica.

Preconsolidamento

Al fine di stabilizzare le aree oggetto di distacchi particolarmente critici o di eccessiva ampiezza, si andrà in modo localizzato a consolidare gli strati d’intonaco al supporto murario con maltine idrauliche da iniezione o realizzando punti d’ancoraggio con l’inserimento di barrette di collegamento (spinatura). Nel caso di problemi di decoesione, che impedirebbero una corretta operazione di velinatura, gli strati d’intonaco verranno consolidati localmente mediante stesura di un prodotto a base di nanosilice.

Salvabordi

Per concludere le operazioni di consolidamento verranno realizzati dei Salvabordi lungo i margini scoperti dalle cadute d’intonaco tramite malta di grassello e inerti, previo studio di compatibilità con l’originale per natura e granulomentria.

Galleria Immagini

Dai un occhiata, alla nostra realtà

Iscriviti alla newsletter

Ricevi promemoria degli eventi, informazioni e contenuti esclusivi

Dona il tuo al nostro gruppo

93032420163

Piazza Castello,1 Pagazzano – 24040 – Bergamo

PROGETTO DI MESSA IN SICUREZZA DEI DIPINTI MURALI del Palazzetto


Sito gestito dalla associazione Onlus

gruppo della civiltà contadina

Piazza Castello, 1 - Pagazzano

Affreschi del castello

Scopri come sostenere l’iniziativa

Il Gruppo della Civiltà Contadina in sinergia con il Comune di Pagazzano sta attivando una raccolta fondi per rendere possibile questo primo intervento di messa in sicurezza.

Se vuoi sostenere il progetto o avere maggiori informazioni:

+39 346 8628470
castellodipagazzanogcc@gmail.com

IBAN: IT70 W089 4067 6500 0001 0014 119
Intestato a: Gruppo della Civiltà Contadina di Pagazzano
Causale: Consolidamento affreschi

Verrà rilasciata apposita ricevuta: si prega di inviare i dati alla mail sopra indicata in modo da poterla recapitare.

PROGETTO DI MESSA IN SICUREZZA DEI DIPINTI MURALI DEL PALAZZETTO

Il castello è stato, dal 2000 a oggi, oggetto di varie fasi di restauro che ne hanno garantito l’attuale stato di conservazione e permesso una fruizione da parte del pubblico in completa sicurezza.

La criticità del “palazzetto”

   Le diverse fasi di recupero finora completate, tuttavia non hanno ancora interessato la struttura nella sua totalità. Una delle aree ancora non restaurate è proprio quella che viene definita “palazzetto nobile”, l’ala ovest del castello la cui edificazione è collocata verso la metà del XVI secolo, forse su trasformazione di una porzione architettonica rinascimentale.

   L’evidente stato di fragilità dell’ala ha spinto il Gruppo della Civiltà Contadina a interessare il Comune di Pagazzano e a commissionare uno studio preliminare a una professionista, restauratrice inserita nell’elenco MIBACT.

   Il “palazzetto” vanta la conservazione di ampie superfici affrescate interne ed esterne di autore ignoto, datate presumibilmente XVI – XVII secolo e ricoperte da diverse mani di scialbo, la cui presenza era stata già portata alla luce anni fa attraverso appositi tasselli d’indagine che consentono la vista di alcune porzioni degli stessi.

   Il passare del tempo, l’usura dovuta alle intemperie, l’umidità, le cadute d’intonaco che espongono gli affreschi ad attacchi biologici, hanno causato numerosi spanciamenti anche di medie e grandi dimensioni che sono tuttora a alto rischio di crollo e quindi di definitiva perdita degli affreschi.

   Lo studio preliminare evidenzia la gravità della situazione e individua la necessità di un intervento di urgenza, prima del prossimo inverno, di consolidamento delle superfici volto a preservare gli affreschi e attività preliminare a qualsiasi operazione di restauro futuro.

   Gli affreschi in questo stato di conservazione, ad ogni cambiamento climatico/ambientale e variazione di temperatura subiscono lesioni che renderanno sempre più difficoltose le operazioni di recupero.

Servizio di Bergamo TV - Affreschi castello in pericolo

Servizio trasmesso su BergamoTG – Affreschi castello in pericolo

PROGETTO DI MESSA IN SICUREZZA DEI DIPINTI MURALI SCIALBATI DEL PALAZZETTO:
CORTILE DI DESTRA – ALA SUD – PORTICO – CORRIDOIO – SALONE

Articolo del L'Eco di Bergamo - Allarme dal Castello

Articolo presente sul L’Eco di Bergamo di domenica 28 maggio 2021

Articolo del Il Giorno - Stop al degrado degli affreschi

Articolo presente sul Il Giorno di Sabato 03 Aprile 2021

L’intervento sarà articolato in quattro fasi:

e permetterà di mettere in sicurezza gli affreschi e salvaguardali

Diagnostica preliminare

Documentazione fotografica prima/durante/dopo l’intervento di consolidamento e relazione sullo stato di avanzamento dei lavori.

Pulitura e Velinatura/Garzatura

Rimozione a secco del particolato di deposito e materiale decoeso; successivamente, tramite velinatura verranno assicurate in modo localizzato le aree interessate da distacco e caduta materica.

Preconsolidamento

Al fine di stabilizzare le aree oggetto di distacchi particolarmente critici o di eccessiva ampiezza, si andrà in modo localizzato a consolidare gli strati d’intonaco al supporto murario con maltine idrauliche da iniezione o realizzando punti d’ancoraggio con l’inserimento di barrette di collegamento (spinatura). Nel caso di problemi di decoesione, che impedirebbero una corretta operazione di velinatura, gli strati d’intonaco verranno consolidati localmente mediante stesura di un prodotto a base di nanosilice.

Salvabordi

Per concludere le operazioni di consolidamento verranno realizzati dei Salvabordi lungo i margini scoperti dalle cadute d’intonaco tramite malta di grassello e inerti, previo studio di compatibilità con l’originale per natura e granulomentria.

Galleria Immagini

Dai un occhiata, alla nostra realtà

Iscriviti alla newsletter

Ricevi promemoria degli eventi, informazioni e contenuti esclusivi

Dona il tuo al nostro gruppo

93032420163

Piazza Castello,1 Pagazzano – 24040 – Bergamo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi